Pensieri,  ti do una dritta,  Viaggi

Maui

Ciao a tutti,

eccomi a parlare finalmente del mio ultimo viaggio. Quest’anno sono stata a Maui

Sono partita il 31 dicembre per Los Angeles per raggiungere mia cugina che vive lì e assieme a lei andare poi alle Hawai, nello specifico a Maui.

Non ero mai partita l’ultimo dell’anno, ma devo dire che il volo dell’Air France era pieno, sono arrivata a Los Angeles alle 13.00 del 31 dicembre stesso, ho così potuto festeggiare il capodanno, mentre in Italia era già passata la mezzanotte.

Ho passato un bellissimo primo dell’anno, facendo un giro in barca con i miei cugini e una coppia di loro amici, divertendomi tantissimo, anche perché era una splendida  giornata di sole.

Il 4 gennaio, dopo essermi ripresa dal jet lag siamo partiti con un volo dell’American Airlines diretto da Los Angeles a  Maui (durata 5 ore circa)

Ero già stata alle Hawai, sull’isola di  O’ahu e sinceramente non ne ero rimasta entusiasta, e quando mia cugina mi propose di andare di nuovo in una di queste isole, ero scettica, ma lei mi disse: “andiamo a Maui, vedrai, è tutta un’altra cosa”.

La ascoltai e devo dire che aveva pienamente ragione.

La prima cosa che colpisce, arrivando su luogo, è il sorriso della gente, il suono della loro dolce musica emessa dall’ukulele e non ultimo i fiori e i colori che avvolgono l’intera isola.

Abbiamo soggiornato in un appartamento bellissimo dove, la mattina, la prima cosa che vedevo appena sveglia era il mare, e questa è la cosa più bella per me, visto che vorrei  fosse così ogni mattina.

Siamo rimasti a Maui una settimana che è volata semplicemente tra bagni, passeggiate e relax .

Ho avuto il privilegio di avvicinare le tartarughe e di nuotare con loro, in questo mare azzurro, di vedere pesci di ogni tipo e colore solo facendo snokelling;  non è il mare dei caraibi ma vi garantisco che è spettacolare, ho potuto godere di tramonti mozzafiato, dove il sole sembra entrare nel mare e di arcobaleni infiniti.

Lo stress del lavoro se ne è andato in poco tempo lasciando posto alla serenità soltanto attraverso queste semplici cose.

Il cibo… bhe che dire, siamo pur sempre in America, ma il pesce non è male per il resto si trova tutto quello che c’è negli Stati Uniti, ma ovviamente non si va alle Hawai per il cibo! Ho anche assaggiato il loro cocktail chiamato Blue Hawai così detto perchè porta i colori tipici di queste isole… diciamo che è bello da vedere….

Consiglio vivamente questa destinazione per relax e immersioni, ci tornerei volentieri, ho portato con me ricordi bellissimi fatti di serenità e di cose semplici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *