Città,  News,  Venezia la nostra anima

12.11.19 Acqua Granda, Venezia

E’ passato oltre mezzo secolo dall’ ”acqua granda”, come la chiamarono i nostri veneziani dell’epoca. Si è vero, ci sono stati in questi anni dei momenti di marea più o meno imprevedibili ma trattati come fenomeni straordinari. Ultimamente però qualcosa è sensibilmente cambiato, diamo la responsabilità al riscaldamento globale, allo sciogliersi dei ghiacci artici ed antartici e di conseguenza l’innalzamento dei livelli medi degli oceani e dei mari. La nostra Luna responsabile della marea astronomica sta a guardarci impotente mentre per le nostre zone diamo la responsabilità di quanto è accaduto recentemente, con maree classificate eccezionali, alle modifiche degli equilibri lagunari causati dalla mano degli uomini.Il Mose, lo scavo dei canali e altre giustificazioni tecniche noi semplici terrestri ce lo chiediamo, ma risposte logiche non siamo in grado di darle, però possiamo osservare alcune cose, si era detto all’epoca: “mai più abitazioni ai piani terra”, ma quei 187 cm che hanno invaso case, strutture commerciali, danneggiato beni artistici e materiali hanno risvegliato in noi veneziani quei timori che sembrano dimenticati, annegati nell’ “acqua granda”. Quei sette centimetri in meno del 1966 per la forza del vento e la velocità delle escursioni della marea sono stati forse più devastanti. Tutte quelle strutture turistiche cresciute come funghi negli ultimi tempi ai piani terra sono andate distrutte, per calli, campielli e ponti centinaia di materassi e suppellettili moderni accatastati ed abbandonati ne sono la prova certa. E’ forse una autodifesa e la ribellione della laguna e della nostra città allo sfruttamento commerciale, all’egoismo umano?

Si, forse al leone abbiamo pestato troppo la coda.

Noi di SfiziStravizi

Foto del 04.11.1966 per gentile concessione di V. Boaga

12.11.2019

Foto varie, la poca differenza tra le due annate, sta nei colori…………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *